Crea sito

I delitti della Rue Morgue di E. A. Poe

I delitti della Rue Morgue – Il mistero di Marie

Roget

di

Edgar Allan Poe

I delitti della Rue Morgue - Il mistero di Marie Roget di Edgar Allan Poe

Autore: Edgar Allan Poe

Titolo: i delitti della Rue Morgue – Il mistero di Marie Roget

Genere: racconti/ gialli

Editore: Giunti Editore

Prezzo ebook: Kindleunlimited

Prezzo cartaceo: 5, 10 € Amazon

 

 

Sinossi:

Parigi 1841, rione Saint-Roche: al quarto piano di un appartamento della Rue Morgue vengono orrendamente trucidate l’anziana madame L’Espanaye e sua figlia Camille. I soccorritori, richiamati dalle grida delle vittime e del loro assassino trovano la porta sbarrata dall’interno. Alle origini del giallo moderno, lo straordinario intuito dell’ispettore Auguste Dupin creato da Edgar Allan Poe è al centro di uno dei più celebri racconti brevi del grande scrittore americano. I delitti della Rue Morgue, che si accompagna qui al Mistero di Marie Rogêt, è un esempio dell’originale fusione fra il romanzo gotico e le personalissime interpretazioni delle ossessioni, fobie, labirintici percorsi della psiche che Poe ha saputo rappresentare con tanta intensità.

 

recensione passionelibroblog

 

Che io sia una fan di Edgar Allan Poe è ormai cosa nota a tutti voi, per tanto ho letto con notevole interesse questi due racconti, acquistati sul libraccio.

 

Edgar-Allan-Poe

 

Il primo racconto è: “I delitti della Rue Morgue” un giallo in stile Sherlock Holmes, dove, Dupin – il Watson della situazione – ci racconta in prima persona di questo suo brillante amico e del modo in cui costui risolve il caso. Ho adorato la parte dove loro leggono i ritagli di giornali che parlano del crimine, e la visita alla casa dove il duplice omicidio si è consumato, per non parlare poi del finale, davvero inaspettato. Era la prima volta che mi approcciavo a storie di questo genere firmate E. A. Poe e quindi sono rimasta piacevolmente sorpresa.

 

Marie Roget

Il mistero di Marie Roget è il secondo racconto. Devo ammettere che questa seconda storia mi è piaciuta meno della precedente. Il primo motivo è ché l’effetto sorpresa era ormai scemato, il secondo motivo è che ho trovato la parte centrale – quella dove leggono i vari articoli di giornale – troppo ridondante. A differenza del precedente racconto, in “Il mistero di Marie Roget”, i due protagonisti mettono a confronto le tante supposizioni fatte dai giornalisti che trattano il caso, analizzando e scartando quelle che secondo loro sono le meno probabili per poi arrivare al punto in cui finalmente dopo essersi fatti un’idea sull’accaduto stabiliscono che il colpevole deve per forza essere un marinaio e poi… non si sa perché l’editore ha avuto la brillante idea di tagliare la fine, giustificando la sua decisione con questa piccola nota:

 

passionelibroblog

Mi scuso per la scarsa qualità della foto.

 

Caro editore,

questo libricino di circa 117 pagine mi è costato ben sei euro perciò lascia decidere me se è irrilevante o meno procedere con la lettura.

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

I commenti sono chiusi.